sabato 22 Gennaio 2022

L’America spaccata ed esasperata. Cosa è stato davvero Capitol Hill?

</p> <div>L'America spaccata ed esasperata. Cosa è stato davvero Capitol Hill?</div> <p>(di Radio Immagina)

Con Lia Quartapelle, Marilisa Palumbo e Giampiero Gramaglia.

—–

A un anno di distanza lungo i corridoi del Congresso americano ancora serpeggia la paura, rimbomba l’eco delle urla concitate e animalesche di una folla minacciosa e indemoniata, e quello dei passi di deputati e senatori in fuga, in cerca di riparo. Le aule e le stanze del tempio della democrazia americana, ormai rimaste indifese, venivano profanate, mentre fuori la folla continuava a premere, in nome della ‘grande bugia’ delle elezioni rubate da Joe Biden e dai democratici.

Il 6 gennaio 2021 verrà ricordato come una delle pagine più buie della storia americana. Migliaia di sostenitori estremisti del repubblicano Donald Trump assaltavano il Campidoglio, a Washington, mentre il Congresso era riunito per certificare la vittoria di Joe Biden alle elezioni presidenziali.

A un anno di distanza, e a quasi un anno di distanza dal giuramento delle stesso Biden, avvenuto due settimane dopo, la ferita è ancora aperta e l’America un Paese ancor più diviso. La sfida tra Trump e Biden è tutt’altro che esaurita. E questo non può che tradursi in una società sempre più polarizzata e composta da anime tra loro sempre più lontane.

L’America un anno dopo Capitol Hill è il tema del nostro Focus e per aiutarci nella nostra analisi ci sono Marilisa Palumbo, vicecaporedattrice degli Esteri del Corriere della Sera, Giampiero Gramaglia, consigliere scientifico dell’Istituto Affari Internazionali, e Lia Quartapelle, responsabile Affari Internazionali del Pd.

A cura di Stefano Cagelli