lunedì 25 Gennaio 2021

#inToscanaunvisivole, su Twitter parte l’onda anti leghista
#

A due giorni dal voto per le regionali, con l’attenzione che cresce in particolare per l’esito della consultazione in Toscana, da twitter parte una scintilla diventata in breve una fiamma. È successo con  l’hashtag #inToscanaunvisivole, rivolto alla Lega e alla destra, che in pochissimo tempo ha scalato la classifica dei trending topic fino ad attestarsi (per ora) secondo in classifica, dietro solo al popolarissimo hashtag con la data del giorno.

Oltre quattromila in poche ore i cinguettii che hanno fatto salire l’hashtag, dando modo a moltissimi utenti del social network di dire la propria sulle elezioni di domenica, come spesso accade su twitter anche con un tocco di ironia. Fra questi l’account che dà voce all’orso M49, che ha cinguettato: “Gli orsi si uniscono alla lotta per difendere la Toscana dai leghisti Orso libero capitone in gabbia. #inToscanaunvisivole”.

Ma non mancano le riflessioni serie, come Alessandro che scrive: “Nelle basi del DNA della Toscana ci sono integrazione e accoglienza, antirazzismo, efficienza del sistema sanitario, alta qualità dei servizi educativi per l’infanzia. Queste basi sono da sempre ben combinate in una catena armonica. Non distruggiamola”.

Il merito dello slogan è dell’account @6000sardine, che lo ha lanciato con una card nella giornata ieri. E di questa mattina invece il rilancio con l’utilizzo dell’hashtag, che è molto piaciuto alla ‘twitter-sfera’ fino a diventare in pochissimo tempo uno dei più popolari.

Insomma si scaldano le ultime ore di una campagna elettorale che si è fatta via via più tesa, con il popolo della sinistra che dimostra di avvertire come fondamentale il voto toscano di domenica e che nelle piazze, con le ultime iniziative prima del silenzio elettorale, e sui social network, chiama a raccolta l’orgoglio alzando delle ideali barricate contro l’ipotesi di una vittoria della destra.

Più letti

Radio Immagina – L’intervista di Giuliano Giubilei a Walter Veltroni

Ogni settimana Giuliano Giubilei intervista per Radio Immagina una personalità del mondo della politica e della società civile. Un momento di confronto per approfondire,...

Radio Immagina – Topi di campagna, topi di città. Storie di animali, natura ed ecologia quotidiana

Questa è una trasmissione per tutte le ascoltatrici e gli ascoltatori che coltivano una piantina sul davanzale, che si accorgono se sono tornate le...

Radio Immagina – La settimana scientifica. Rotocalco di ricerca, innovazione e tecnologie

Giornalista professionista dal 1994 ha lavorato per diverse testate nazionali, stampa, radio e video, oltre che per alcune istituzioni politiche. Laureato in lettere, indirizzo...

Covid19, il vaccino a tutti i Paesi del mondo per equità e buon senso

La distribuzione del vaccino contro il COVID19 a tutti i paesi nel mondo, non è soltanto una questione di equità, ma di buon senso! In...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...

Il fallimento del ‘modello svedese’, tormentone dei negazionisti

Per mesi i negazionisti ci hanno detto che il 'modello svedese' era la soluzione. E in effetti noi tutti lo guardavamo con un misto...