sabato 24 Ottobre 2020

Finalmente anche in Italia bottiglie di plastica riciclata al 100%
F

Finalmente anche nel nostro Paese sarà possibile produrre bottiglie di plastica riciclata al 100% (rPet).

È infatti stato votato un emendamento del Pd al Decreto Agosto, a mia prima firma, che elimina l’obbligo per le aziende di usare almeno il 50% di materia vergine, un limite folle che privilegiava la catena produttiva del petrolio. Una cosa insensata e dannosa.

Per paradosso era comunque consentito importare migliaia di bottiglie per bevande costituite al 100% di Pet riciclato da altri paesi europei, in cui quel limite non esisteva. Non solo, le aziende meccaniche che progettano e costruiscono i macchinari per produrre bottiglie da materiale completamente riciclato sono eccellenze del nostro Paese, ed erano costrette a esportare all’estero perché in Italia a causa dell’obbligo non avevano mercato. Insomma: eravamo di fronte a un freno alla filiera del riciclo estremamente fiorente nel nostro Paese, a un danno ambientale e a un serio problema economico per le numerose imprese dell’economia circolare.

Il PET è di gran lunga il materiale plastico per alimenti e bevande più usato, non perde le sue proprietà fondamentali durante il processo di recupero e si può così utilizzare ripetutamente per la realizzazione di prodotti. Il fatto che sia interamente riciclabile porta la Svizzera ad una raccolta differenziata ad hoc. Considerato il fabbisogno mondiale di bottiglie e di altri contenitori in plastica, la possibilità di un riciclaggio al 100 per cento permette di limitare il consumo delle oltre 450 mila tonnellate di petrolio e di oltre 1,2 milioni di tonnellate di anidride carbonica necessarie a produrre PET vergine ogni anno.


Anche l’Unione europea ha approvato un programma per ridurre la plastica in circolazione, innanzitutto limitando quella usa e getta, e fissando l’obiettivo di raccolta del 90 per cento delle bottiglie di plastica al 2025. Il riciclo del PET ha dunque un ruolo cruciale e significativo nel raggiungere gli obiettivi di riciclo della plastica. Finalmente, con questa norma, tutto ciò viene superato e apriamo alla transizione Green.

Più letti

Il nemico è il virus, non le regole. Ora una visione comune per un cambio di passo

Pubblichiamo la relazione integrale del segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti pronunciata in apertura della riunione della Direzione nazionale

Perché la vittoria di Jacinda Ardern in Nuova Zelanda è interessante anche per l’Italia

Perché interessarsi alle elezioni politiche in Nuova Zelanda, un paese così lontano da noi e con “soli” cinque milioni di abitanti?

La seconda ondata travolge l’Europa: come si stanno muovendo gli altri Stati

Un picco mai visto. E l'inverno, che ancora deve arrivare, fa davvero paura. Non è soltanto la situazione in Italia (dove i...

Sono positivo cosa devo fare? Tutte le informazioni utili per affrontare quarantena e tamponi

I contagi crescono e le preoccupazioni aumentano. Ma con spirito di collaborazione e rispettando alcune regole possiamo convivere con il virus. Cerchiamo...

Articoli correlati

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Che cosa è il Circuit Breaker Lockdown adottato dal Galles?

Un breve periodo per resettare i contagi, un lockdown “breve ma brusco” lo definisce il primo ministro gallese Mark Drakeford mentre spiega...

Attacchi hacker in politica, una guerra sotterranea fatta di bot e intelligenze artificiali

Il primo attacco hacker di stampo politico della storia si verificò in Estonia nel 2007. La mela della discordia fu il Soldato...

La conferenza stampa di Conte e quell’orologio che non segna le 21.30… ed è subito complotto

I contagi aumentano, così come le preoccupazioni. I numeri ogni giorno fanno più paura e l'incubo di un possibile secondo lockdown turba...

Impoliticamente? Moravia, trent’anni dopo

«Per conto mio, l´impegno ossia il cosiddetto engagement non è questione di necessità esterna, per cui, in determinate circostanze, lo scrittore deve cessare di...

“Il futuro dell’arte, della cultura, della società e della mia Toscana”. A colloquio con David Riondino

Le donne e gli uomini di cultura sono coloro che, forse più di altri, sono in grado di percepire lo stato di...