mercoledì 4 Agosto 2021

Comunità e Territorio: così la Lega è battibile dentro e fuori dai social
C

Alla fine, ripetere e dire che il Pd vince quando fa il Pd non basta.
È vero, le elezioni l’hanno dimostrato, ma non è solo questo, perché in questa tornata elettorale ci sono stati tanti elementi che hanno concorso a questa vittoria. Non è la vittoria per eccellenza sul centrodestra, questo risultato è ancora da raggiungere, ma questa vittoria ha dato una boccata d’ossigeno a tutto il Partito Democratico.

E ha dimostrato una cosa: la Lega e Salvini non sono imbattibili, si possono battere ovunque. E qui in Lombardia lo sappiamo molto bene, in questo territorio dove la Lega la conosciamo da tempo, non solo come forza urlatrice ma anche come forza di governo e di territorio.

Prima di tutto, la Lega ha mutato il suo DNA, non è più la stessa con cui abbiamo sempre fatto i conti fino a 5/6 anni fa. Ha creato una nuova classe dirigente differente da quella con cui è nata. Una classe dirigente che non è sul territorio come la “vecchia Lega”, ma che vive sui social e fomenta, strepita, urla e ripete il messaggio di Salvini.
E non fa null’altro.

Ed è qui la differenza tra la classe dirigente della Lega salviniana nel territorio e quella del Pd, del Pd che ha vinto nei territori in questa tornata elettorale.

La Lega ha capito, fin da subito (o meglio, dopo il Movimento 5 Stelle, ma con modalità differenti) che una comunità attiva sulla rete che rilancia un messaggio funziona, ma deve essere una comunità che costruisce, non che distrugge. La comunità social della Lega è formata da singoli, da singoli che presidiano ma che non condividono valori se non il messaggio negativo contro l’altro.

Noi abbiamo avuto una forza diversa, questa nostra comunità non è fatta di singoli che agiscono ognuno nei propri canali, ma vive anche il proprio essere comunità in rete. Costruendo messaggi e vivendo anche sui social i propri valori, il proprio essere comunità. Costruendo proposte nuove, anche per i singoli territori.
Una comunità che vive anche fuori dai social e porta fuori anche il proprio essere comunità.

La Lega in Lombardia ha perso anche per questo motivo, perché non è riuscita a creare quel collegamento valori-rete-comunità-realtà e non ha saputo portarli nel territorio. Ed è così che tante vittorie importanti sono arrivate.

Ed è ora di costruire comunità e territorio, dentro e fuori dalla rete.

Edoardo Pivanti è responsabile Comunicazione Pd Lombardia

Più letti

spot_img

Articoli correlati

1 COMMENTO

  1. Edoardo al tuo bell’articolo aggiungo questa mia riflessione.
    Io penso che il PD sta portando poco ai cittadini sui territori materiali e occasioni di riflessione sulle proposte politiche nazionali e sui temi aperti: uno per tutti il tema di una alleanza strategica con il M5S, che è alla base di molte scelte politiche del PD nazionale ma che non è mai stato oggetto di un franco confronto interno.
    L’iniziativa politica sui temi nazionali non escluderebbe quella sui temi locali, ma la completerebbe e la inserirebbe in un quadro di valori che i nostri iscritti e militanti disperatamente ci chiedono di difendere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

spot_img