sabato 24 Ottobre 2020

Comunità e Territorio: così la Lega è battibile dentro e fuori dai social
C

Alla fine, ripetere e dire che il Pd vince quando fa il Pd non basta.
È vero, le elezioni l’hanno dimostrato, ma non è solo questo, perché in questa tornata elettorale ci sono stati tanti elementi che hanno concorso a questa vittoria. Non è la vittoria per eccellenza sul centrodestra, questo risultato è ancora da raggiungere, ma questa vittoria ha dato una boccata d’ossigeno a tutto il Partito Democratico.

E ha dimostrato una cosa: la Lega e Salvini non sono imbattibili, si possono battere ovunque. E qui in Lombardia lo sappiamo molto bene, in questo territorio dove la Lega la conosciamo da tempo, non solo come forza urlatrice ma anche come forza di governo e di territorio.

Prima di tutto, la Lega ha mutato il suo DNA, non è più la stessa con cui abbiamo sempre fatto i conti fino a 5/6 anni fa. Ha creato una nuova classe dirigente differente da quella con cui è nata. Una classe dirigente che non è sul territorio come la “vecchia Lega”, ma che vive sui social e fomenta, strepita, urla e ripete il messaggio di Salvini.
E non fa null’altro.

Ed è qui la differenza tra la classe dirigente della Lega salviniana nel territorio e quella del Pd, del Pd che ha vinto nei territori in questa tornata elettorale.

La Lega ha capito, fin da subito (o meglio, dopo il Movimento 5 Stelle, ma con modalità differenti) che una comunità attiva sulla rete che rilancia un messaggio funziona, ma deve essere una comunità che costruisce, non che distrugge. La comunità social della Lega è formata da singoli, da singoli che presidiano ma che non condividono valori se non il messaggio negativo contro l’altro.

Noi abbiamo avuto una forza diversa, questa nostra comunità non è fatta di singoli che agiscono ognuno nei propri canali, ma vive anche il proprio essere comunità in rete. Costruendo messaggi e vivendo anche sui social i propri valori, il proprio essere comunità. Costruendo proposte nuove, anche per i singoli territori.
Una comunità che vive anche fuori dai social e porta fuori anche il proprio essere comunità.

La Lega in Lombardia ha perso anche per questo motivo, perché non è riuscita a creare quel collegamento valori-rete-comunità-realtà e non ha saputo portarli nel territorio. Ed è così che tante vittorie importanti sono arrivate.

Ed è ora di costruire comunità e territorio, dentro e fuori dalla rete.

Edoardo Pivanti è responsabile Comunicazione Pd Lombardia

Più letti

Il nemico è il virus, non le regole. Ora una visione comune per un cambio di passo

Pubblichiamo la relazione integrale del segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti pronunciata in apertura della riunione della Direzione nazionale

Perché la vittoria di Jacinda Ardern in Nuova Zelanda è interessante anche per l’Italia

Perché interessarsi alle elezioni politiche in Nuova Zelanda, un paese così lontano da noi e con “soli” cinque milioni di abitanti?

La seconda ondata travolge l’Europa: come si stanno muovendo gli altri Stati

Un picco mai visto. E l'inverno, che ancora deve arrivare, fa davvero paura. Non è soltanto la situazione in Italia (dove i...

Sono positivo cosa devo fare? Tutte le informazioni utili per affrontare quarantena e tamponi

I contagi crescono e le preoccupazioni aumentano. Ma con spirito di collaborazione e rispettando alcune regole possiamo convivere con il virus. Cerchiamo...

Articoli correlati

1 COMMENTO

  1. Edoardo al tuo bell’articolo aggiungo questa mia riflessione.
    Io penso che il PD sta portando poco ai cittadini sui territori materiali e occasioni di riflessione sulle proposte politiche nazionali e sui temi aperti: uno per tutti il tema di una alleanza strategica con il M5S, che è alla base di molte scelte politiche del PD nazionale ma che non è mai stato oggetto di un franco confronto interno.
    L’iniziativa politica sui temi nazionali non escluderebbe quella sui temi locali, ma la completerebbe e la inserirebbe in un quadro di valori che i nostri iscritti e militanti disperatamente ci chiedono di difendere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Che cosa è il Circuit Breaker Lockdown adottato dal Galles?

Un breve periodo per resettare i contagi, un lockdown “breve ma brusco” lo definisce il primo ministro gallese Mark Drakeford mentre spiega...

Attacchi hacker in politica, una guerra sotterranea fatta di bot e intelligenze artificiali

Il primo attacco hacker di stampo politico della storia si verificò in Estonia nel 2007. La mela della discordia fu il Soldato...

La conferenza stampa di Conte e quell’orologio che non segna le 21.30… ed è subito complotto

I contagi aumentano, così come le preoccupazioni. I numeri ogni giorno fanno più paura e l'incubo di un possibile secondo lockdown turba...

Impoliticamente? Moravia, trent’anni dopo

«Per conto mio, l´impegno ossia il cosiddetto engagement non è questione di necessità esterna, per cui, in determinate circostanze, lo scrittore deve cessare di...

“Il futuro dell’arte, della cultura, della società e della mia Toscana”. A colloquio con David Riondino

Le donne e gli uomini di cultura sono coloro che, forse più di altri, sono in grado di percepire lo stato di...