mercoledì 27 Gennaio 2021

Biden parla da Presidente: “Siamo una sola America”, ma non è ancora il discorso della vittoria
B

E’ ancora in svolgimento lo spoglio dei voti, ma Joe Biden avrebbe ormai completato il suo sorpasso nei confronti di Donald Trump. Intanto il clima rimane sempre infuocato e si rischia una lunga battaglia legale, con il tycoon che ha già annunciato l’intenzione di arrivare fino alla Corte Suprema dove i giudici sono in maggior parte conservatori.

Al momento manca il responso in cinque Swing States: in Carolina del Nord è in vantaggio Trump, mentre in Pennsylvania, Georgia, Nevada e Arizona in testa c’è Biden, ma il tutto si gioca sul filo di poche migliaia di voti.

Joe Biden, che dopo aver sorpassato Donald Trump in quattro stati chiave, vede il suo vantaggio tenere, e voto dopo voto, si avvicina sempre più alla Casa Bianca. Ma l’ufficialità non c’è ancora. Anche se la speaker della Camera Nancy Pelosi ha già definito Biden “presidente eletto”, ma Trump ha replicato in un tweet: “Biden non dovrebbe reclamare l’incarico di presidente, sarebbe sbagliato. Anch’io potrei farlo. Le azioni legali sono appena iniziate”.

Joe Biden a un passo dalla vittoria ha parlato nella notte da Wilmington, la sua città in Delaware, con accanto Kamala Harris e lo sfondo delle bandiere americane. Ha usato toni presidenziali. Un appello a unire il paese e ad avere pazienza e fiducia nel lavoro degli scrutatori che stanno portando a vanti lo spoglio delle schede rallentato nell’anno della pandemia dalla grande mole di voti postali.

“I numeri sono chiari – ha detto Biden – stiamo per vincere le elezioni e vinceremo. Con una grande maggioranza”. Ma non ha rivendicato la vittoria, come ha fatto Trump martedì notte. Non ancora, almeno. Si saprà nelle prossime 24 ore, secondo lui.

Biden ha rassicurato i sostenitori sui meccanismi della democrazia americana. “La democrazia funziona in questo paese – ha detto – ogni voto verrà contato, ma è un processo lento e ci vuole tempo. Riferito al presidente Trump che continua a denunciare senza prove frodi elettorali Biden ha teso la mano: “Non siamo nemici, siamo avversari. Siamo americani. Quando sarò presidente rappresenterò tutta la nazione, chi mi ha votato e chi ha votato contro di me”.

Sono toni istituzionali quelli usati da Biden nel suo discorso. “E’ il tempo di dire basta alla rabbia e alla demonizzazione nella politica”, è stato il suo appello. “La grande maggioranza degli americani che hanno votato vuole che il vetriolo sia messo fuori dalla politica e che il Paese si unisca e guarisca le sue ferite”. E infine Biden ha assicurato che, una volta alla Casa Bianca, “agirò fin dal primo giorno per fermare il Covid”.

Più letti

Il Paese ha bisogno di risposte. Servono responsabilità, visione e qualità

Il testo della relazione introduttiva del segretario del Pd Nicola Zingaretti alla Direzione nazionale del Pd del 27 gennaio 2021 Nella riunione del nostro gruppo...

Il racconto della Shoah nella voce dei “nati dopo”. Emanuele Fiano a Radio Immagina

"C'è la necessita di saper narrare quale sia il livello più basso a cui può arrivare  l'umanità quando muore la libertà, quando muore la...

Ricordare il futuro. Nel nome di chi è venuto prima, nell’amore per chi verrà dopo

“Ricordare il futuro”. Tre parole soltanto, ma sono bastate a David Grossman per trasmettere il senso profondo della memoria. Quella che facciamo coincidere con...

La Memoria per tenere viva la democrazia

Non dite mai che non potete fare, non è vero. Ognuno di noi è fortissimo e responsabile di se stesso. Dobbiamo camminare nella vita,...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Radio Immagina – “Una storia americana”, conversazione con Francesco Costa

Una conversazione sul presente e sul futuro dell'America. Biden è la persona giusta al momento giusto? Quale sarà il ruolo di Kamala Harris? Su...

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...