venerdì 27 Novembre 2020

L’America volta pagina grazie alla spinta delle donne
L

La vittoria di Joe Biden alle presidenziali americane apre una nuova stagione non solo negli Usa.

Dice al mondo che il sovranismo populista può essere sconfitto, grazie a una grande alleanza plurale di movimenti, soggetti, culture. E la vittoria porta inequivocabilmente il segno delle donne, rappresentato dalla vicepresidente Kamala Harris.

Del resto sulla scena politica internazionale sovente sono le donne a guidare l’opposizione ai leader illiberali, a farsi portavoce delle domande dei movimenti ambientalisti e delle politiche di solidarietà. Ovunque la lotta per la giustizia ha sempre più spesso il loro volto, dalla Bielorussia alla Polonia, le donne non rivendicano solo i loro diritti, ma un cambiamento dell’intera società.

Negli stati Uniti d’America più degli uomini, le donne hanno scelto Biden e Harris, sono state il 56% a fronte di un 48% degli uomini. Solo tra le donne bianche Trump ha un leggero vantaggio.


Questa forza si è materializzata per tutte e tutti quando una raggiante Kamala Harris ha preso la parola sul palco di Wilmington. Non lei da sola, potremmo dire: ha ringraziato “la genealogia delle donne nere, ispaniche, immigrate che come mia madre hanno aperto la strada a questo momento, che sono da sempre la spina dorsale della nostra democrazia, che hanno lottato in passato per il diritto di voto e che oggi continuano a lottare per farsi ascoltare”.

E soprattutto non solo per lei: la prima donna vicepresidente ha promesso che non sarà l’ultima e ha incoraggiato le bambine ad avere sogni ambiziosi. L’ America seppur lacerata e divisa, torna ad essere il paese delle opportunità e della democrazia, che non è mai scontata e per cui bisogna lottare.

E le donne hanno lottato. Sono state le prime a scendere in piazza contro Trump, con la women’s march, ma sono state anche in campo con il #metoo. E le democratiche hanno saputo essere tra loro, parte di loro e nelle elezioni di mid term avevano già portato una nuova generazione al congresso, al fianco delle storiche leader.
Hanno lottato e hanno vinto. Una bella vittoria, un esempio da seguire.

Più letti

Non siete sole. L’Europa è al fianco delle donne polacche

Dal Parlamento Europeo, con la risoluzione di oggi, arriva un pieno supporto alle migliaia di donne polacche che lottano per il loro diritto all’autodeterminazione. Proprio...

Maradona è morto, lunga vita a Maradona!

“È morto uno di famiglia”. È la frase ricorrente tra le voci raccolte dai Tg per strada a Napoli, dopo che si è saputa...

Il mondo piange Diego Armando Maradona

La notizia della morte di Diego Maradona ha fatto rapidamente il giro del mondo. Perché in tutto il mondo, non solo in Argentina o...

“Contro sessismo e misoginia puntiamo tutto sulla cultura del rispetto”. Parla Laura Boldrini

Un tweet su due, degli oltre cinquecentomila analizzati e destinati al mondo femminile tra marzo e settembre del 2020, conteneva un insulto. È il...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Non dipende da lei. Dipende da Noi

C'è un'enorme questione maschile che ci impedisce di vedere. Che ci impedisce di capire che il problema non è il rapporto tra le donne e...

Il primo antidoto contro la violenza è la parità in tutti i settori

La Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Layen ha più volte affermato che "la parità di genere è un principio fondamentale dell'Unione Europea,...

“Essere complottista è facile, ti semplifica la vita. Ecco perché è così complicato uscirne”. Parla Emilio Mola

Assalti alle autoambulanze e video girati negli ospedali per testimoniare che "non ce n'è coviddi" ma anche la setta digitale QAnon e le teorie...

Noi, la generazione che ha vissuto il post terremoto del 1980

“…è accaduto il 23 novembre 1980: novanta interminabili secondi di movimento sussultorio e ondulatorio, intensità dieci nella scala Mercalli. Un flash di apocalisse anticipata....

L’uso politico dell’architettura nella Turchia di Erdogan

«A quel tempo nessuno poteva immaginare quello che sarebbe successo, né i pescatori, né i marinai, nel gente di Kumkapı. Io stesso non avrei...