lunedì 2 Agosto 2021

La vittoria è chiara. Joe Biden è presidente

“In questa battaglia per l’anima dell’America, ha prevalso la democrazia: il popolo ha votato, la fede nelle nostre istituzioni ha tenuto…ora è il momento di voltare pagina, per unire, per guarire” e ” la corte Suprema ha mandato un chiaro messaggio a Trump” è quanto ha detto il presidente eletto Joe Biden nel suo primo discorso ufficiale dopo che il Collegio elettorale formato dai grandi elettori lo ha eletto 46esimo presidente degli Stati Uniti.

La fiamma della democrazia è stata accesa in questa nazione molto tempo fa. Ed ora sappiamo che nulla – neppure la pandemia, o l’abuso di potere – può spegnere quella fiamma”, ha poi sottolineato Biden. “Come ho detto per tutta la campagna sarò il presidente di tutti gli americani – ha continuato e concluso – e lavorerò sodo per quelli che non mi hanno votato come per quelli che mi hanno votato”.

Biden ha poi spiegato che Trump dovrebbe accettare la sconfitta. E ha fatto chiarezza su quali saranno le priorità della nuova amministrazione. “Ci aspetta un lavoro urgente da fare: mettere la pandemia sotto controllo e vaccinare la nazione contro il virus”. . Esortando a lasciarsi alle spalle la campagna elettorale, Biden ha indicato la necessità di “fornire aiuto immediato di cui hanno bisogno tanti americani così duramente colpiti” e poi “di far poi riprendere l’economia come mai prima d’ora”.

Con i 55 grandi elettori della California, il candidato democratico ha superato la soglia dei 270 grandi elettori necessari per aggiudicarsi la presidenza degli Stati Uniti,  raggiungendo quota 302 contro i 232 di Trump.

Negli stati dove Donald Trump contesta la vittoria di Joe Biden sono state adottate particolari misure di sicurezza per proteggere i grandi elettori che si sono riuniti per il voto del Collegio Elettorale. Ed in Arizona addirittura non è stato reso noto il luogo dove si è svolta la riunione, secondo quanto ha comunicato l’ufficio stampa del segretario di Stato. In Michigan, invece, sono stati chiusi al pubblico gli uffici di Camera e Senato a seguito di “credibili minacce di violenza” nei confronti dei 16 elettori che si riuniscono nella sede dell’Assemblea Legislativa. In Wisconsin i grandi elettori sono scortati da agenti di polizia nell’edificio dell’Assemblea Generale attraverso un ingresso secondario.

Il presidente uscente continua a ribadire accuse di brogli nelle elezioni Usa 2020 e apparentemente non ha nessuna intenzione di accettare il verdetto, a giudicare dai tweet che continua a pubblicare. Trump fa riferimento a “molto voti girati a Biden”, cita l’atto di un giudice del Michigan e estende la presenza di frodi “a tutto il paese. Questa elezione falsa non può reggere più. Repubblicani, muovetevi. Una grande vittoria negli Stati chiave. 75 milioni di voti!”. In un altro messaggio, Trump punta il dito contro le macchine della azienda Dominion, usate nelle elezioni: “Un disastro in tutto il paese. Hanno cambiato il risultato di un’elezione” vinta “a valanga. Non si può accettare che accada”.