mercoledì 27 Ottobre 2021

Piazza grande con Monica Cirinnà, Angelo Schillaci, Alessandro Zan, Vittoria Schisano, Bruno Astorre

‘Legge contro l’omotransfobia, il tempo è adesso’

La legge Zan contro l’omotransfobia è stata approvata alla Camera, ed è adesso attesa in Senato per l’approvazione definitiva.
Ma con la nuova maggioranza a sostegno del governo Draghi, il percorso si complica? Per Alessandro Zan, promotore della legge, si tratta di una legge che punisce i discorsi di odio, presente in tanti paesi europei.
“La storia ci dice – ha detto Zan a Radio Immagina – che le leggi sui diritti civili sono sempre state approvate da schieramenti trasversali, come per l’aborto e il divorzio. E anche per questa i numero ci sono. L’importante è che adesso l’azione governativa non copra il lavoro del Parlamento”.

E Monica Cirinnà lancia la provocazione: “Sono giorni che leggo la falsa notizia sulle donne di sinistra che non hanno mostrato solidarietà a Giorgia Meloni. Falso, io e tante altre lo abbiamo fatto. Se la leader di Fdi vuole davvero dare un segnale di coerenza sostenendo che l’istigazione alla violenza va condannata, allora facesse votare ai 18 senatori del suo partito la legge Zan. Con quel testo infatti si combatte anche la misoginia, e quello che è successo a lei verrebbe punito. Sarebbe una mossa bombastica di Giorgia. Dopo tante parole al vento Fdi potrebbe così passare ai fatti”.

Conduce Tiziana Ragni