giovedì 21 Ottobre 2021

Cultura, turismo e tradizione: é la via del vino – Intervista a Dario Stefàno

Un vademecum su tutto quello che c’è da sapere sulla storia del vino, le potenzialità dell’enoturismo e il significato identitario che appartiene alla “bevanda degli dei“.

Dario Stefàno, produttore di un rosé molto apprezzato, il “Tacco Rosa”, chiaro riferimento alla Puglia, mette a disposizione in un volume, la propria esperienza e il lavoro svolto sulla scia soprattutto dell’approvazione del decreto del 12 marzo 2019 che disciplina il settore, sempre più asset strategico per lo sviluppo della vitivinicoltura italiana.

Il parlamentare Pd, presidente Commissione Politiche dell’UE di Palazzo Madama, segnala il ruolo primario dell’agroalimentare come “calamita per i visitatori stranieri” e sul quale puntare dal punto di vista economico, sociale e culturale.

In occasione della presentazione del volume “Turismo del Vino in Italia. Storia, normativa e buone pratiche” di Edagricole, Stefàno, assieme a insieme a Donatella Cinelli Colombini, racconta le difficoltà affrontate dagli operatori delle cantine e rimarca il ruolo del vino e delle eccellenze agroalimentari.

Il volume si propone come un manuale sul turismo del vino, dove si introducono i principi e la pratica della wine hospitality, decisiva per permettere di trasformare le 25-30 mila cantine italiane aperte al pubblico in propulsori di sviluppo.