domenica 1 Agosto 2021

Donne in movimento, il self empowerment entra nelle carceri

La bassa percentuale della criminalità femminile, ha limitato nel tempo gli interventi statali sia nella costruzione di strutture dedicate che nell’attuazione di appositi programmi rieducativi, progetti di corsi scolastici e professionali ritagliati sulle loro esigenze. Esistono però dei progetti molto interessanti: uno di questi è il “WOM – Women on Movement” promosso da la Società della Ragione con il sostegno dell’otto per mille della Chiesa Valdese. Intervista a Serena Franchi, Direttrice di Società della Ragione.

Le interviste a cura della redazione