mercoledì 4 Agosto 2021

La rinascita delle farfalle. Il male oscuro dei disturbi alimentari

Oggi parliamo di un tema di cui si parla, forse, ancora troppo poco, ma che però rappresenta uno dei disagi maggiormente diffusi tra i giovani. Un disagio che, tra l’altro, ha visto un’impennata nei numeri nell’anno terribile della pandemia e del lockdown.

Stiamo parlando dei disturbi alimentari, un problema di cui soffrono in Italia circa 3 milioni di giovani. Numeri a cui però si aggiungono gli ultimi dati del ministero della Salute, secondo cui i casi di disturbi legati all’alimentazione tra i giovani sono aumentati del 30% nell’ultimo anno, con un abbassamento della fascia d’età, arrivata a 13-16 anni, e un aumento soprattutto dei casi di anoressia nervosa.

Nonostante questo, capita ancora che in un libro, un testo estivo per il passaggio dalla scuola media alle superiori, vengano pubblicate frasi come: “Meno male che Silvia è dimagrita un po’”, e ancora: “Se non dimagrisci, non ti andrà bene più nulla”.
Parole pericolose, soprattutto perché rivolte a una platea di ragazzini proprio tra i 13 e i 14 anni.

Ne parliamo oggi con Maruska Albertazzi, regista e sceneggiatrice, autrice del documentario ‘Hangry butterflies – La rinascita delle farfalle’, e oggi portavoce della battaglia per la guarigione dai disturbi alimentari.