giovedì 9 Dicembre 2021

Italiani nel mondo. Una storia da difendere, un futuro da costruire

“La portata umana, culturale e professionale degli italiani nel mondo è di valore inestimabile nell’ambito di quel soft-power che consente di collocare il nostro Paese tra quelli il cui modello di vita gode di maggior attrazione e considerazione”.

Lo ha scritto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio inviato alla Fondazione Migrantes in occasione della presentazione a Roma del Rapporto Italiani nel mondo 2021. Un rapporto che ci dice che al 1° gennaio 2021 sono più di 5 milioni e 600mila i nostri connazionali che risiedono all’estero, con un aumento del 3% rispetto al 2020. Parliamo di una porzione di cittadini pari quasi al 10% rispetto ai 60 milioni di italiani residenti in Italia.

Cittadini che hanno i loro problemi, le loro esigenze, le loro necessità e che hanno quindi bisogno e diritto ad una adeguata rappresentanza. Parliamo di questo nel nostro approfondimento di oggi, insieme al responsabile Pd Italiani nel mondo Luciano Vecchi e al senatore del Pd Francesco Giacobbe, eletto nella circoscrizione Africa, Asia, Oceania, Antartide.

A cura di Stefano Cagelli