lunedì 28 Novembre 2022

La storia, la forza e l’eredità del pensiero di Don Luigi Sturzo

</p> <div>La storia, la forza e l'eredità del pensiero di Don Luigi Sturzo</div> <p>(di Radio Immagina)

Con Nicola Antonetti, presidente dell’Istituto Luigi Sturzo

Esattamente centocinquant’anni fa, il 26 novembre del 1871, nasceva a Caltagirone don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare, pioniere dell’impegno dei cattolici in politica.

Parliamo di una delle figure più significative del cattolicesimo politico del Novecento, un gigante di cultura e di azione politica che è stato in grado, in un tempo segnato da diffidenze e ostilità, di affermarsi come punto di riferimento quasi universale.

Un uomo di cui oggi molti reclamano l’eredità: i suoi progetti per una riforma complessiva dello stato liberale, le sue spinte alla riscoperta effettiva delle autonomie locali, il suo attacco alla “partitocrazia” sono, ancora oggi, di una modernità straordinaria.

E se ci sono tanti che ne reclamano l’eredità, chi sicuramente ha contribuito e contribuisce ancora oggi a tenerla viva, questa eredità, è sicuramente l’Istituto che porta il suo nome, l’Istituto Luigi Sturzo. Nato il 25 novembre 1951, l’Istituto si diede da subito l’obiettivo di operare nei diversi campi del sapere, dalla sociologia alla ricerca storica al diritto e all’economia, per contribuire alla formazione delle nuove classi dirigenti.

L’appuntamento culturale di Radio Immagina a cura di Sara Guabello e Roberto Soriani.
Musica, libri, spettacolo e non solo