martedì 24 Maggio 2022

Mattarella presidente: “Accetto per senso di responsabilità”

Sergio Mattarella viene rieletto presidente della Repubblica con 759 voti. È il presidente più votato dopo Sandro Pertini. Il secondo presidente, dopo Giorgio Napolitano, ad essere rieletto al Colle più alto. Il Parlamento lo ha proclamato con un plebiscito e il l’esito del voto è stato accolto con un lungo, lunghissimo applauso dell’Aula.

“Le condizioni attuali – ha dichiarato Mattarella nel suo primo breve discorso di ringraziamento – impongono di non sottrarsi ai doveri cui si è chiamati, con l’impegno di interpretare le attese e le speranze dei nostri concittadini. Desidero ringraziare i parlamentari e i delegati delle regioni per la fiducia espressa nei miei confronti – ha aggiunto -. I giorni difficili trascorsi per l’elezione alla presidenza della repubblica nel corso della grave emergenza che stiamo tuttora attraversando, sul versante sanitario, su quello economico, su quello sociale, richiamano al senso di responsabilità e al rispetto delle decisioni del parlamento. Queste condizioni impongono di non sottrarsi ai doveri cui si è chiamati e, naturalmente, devono prevalere su altre considerazioni e su prospettive personali differenti, con l’impegno – ha concluso – di interpretare le attese e le speranze dei nostri concittadini”.

Sergio Mattarella è stato rieletto presidente della repubblica nella serata di ieri, all’ottava votazione. Dopo sei giorni di stallo in cui i leader dei partiti italiani non sono riusciti a convergere su un nome, nella mattinata di ieri l’impasse si è sbloccato.

Sono 759 i voti che Sergio Mattarella ha ottenuto, un vero plebiscito in aula. Superato il numero di consensi ottenuto da Cossiga, che aveva ricevuto 752 voti, e quello del Napolitano bis, che aveva ottenuto 738 preferenze. Superato anche quello dell’elezione di Mattarella del 2013, quando era stato eletto con 665 voti.