lunedì 6 Febbraio 2023

“Rinnovabili subito. Una proposta per la nostra indipendenza energetica”

“Rinnovabili subito. Una proposta per la nostra indipendenza energetica”(di Radio Immagina)
L’Italia è il paese del sole e del vento, perché allora dipende così tanto dalle fonti fossili, che paga a caro prezzo in periodi di crisi come questo? È come se un paese ricchissimo di mari e bacini di pesca invece di investire in pescherecci e canne da pesca si ostinasse a importare il pesce a carissimo prezzo dall’estero. Se la Norvegia è arrivata al 66% di energia da fonti rinnovabili (eolico e fotovoltaico), perché noi siamo appena al 16%? Non solo abbiamo il bisogno di produrre energia senza emettere sostanze inquinanti e gas che alterano il clima, ma dobbiamo anche sprecarla il meno possibile. Accompagnare l’elettrificazione dei consumi, là dove possibile, con la produzione da fonti rinnovabili è la via maestra per lo sviluppo sostenibile, economico, ambientale e sociale. Le sofferenze insegnano, amava ricordare lo storico greco Erodoto, e purtroppo l’umanità sembra aver bisogno della pedagogia delle catastrofi. Già prima dell’invasione dell’Ucraina sapevamo che le fonti rinnovabili erano il futuro per almeno tre motivi fondamentali: la riduzione dell’inquinamento dell’aria e quindi la salute, la riduzione delle emissioni e quindi la lotta al riscaldamento globale, e la convenienza di prezzo.
Rinnovabili subito. Una proposta per la nostra indipendenza energetica a cura di Leonardo Becchetti, Claudio Becchetti, Francesco Naso
Donzelli edizione