mercoledì 4 Agosto 2021

Al via Radio Immagina, dalla parte delle persone
A

Ormai ci siamo. Una nuova avventura editoriale, una nuova voce prende vita. È la voce del Partito Democratico, dei suoi iscritti, della sua comunità, ma anche e soprattutto di chi ne sta fuori. Uno spazio per coloro che vogliono dire la propria e ascoltare quella degli altri. Perché nessuna voce rimanga inascoltata.

Si parte mercoledì 20 gennaio, dalle ore 8. Tutti i giorni, 24 ore su 24, ci trovate sul sito di Immagina, presto sull’App dedicata (disponibile su Google Play e App Store), in diretta streaming su Facebook e su un importante aggregatore di web radio come FM World. I contenuti di Radio Immagina vengono anche veicolati attraverso un circuito di radio locali e diffusi in tutta Italia.

La diretta di Radio Immagina:

Musica, riflessioni politiche, attualità, cultura e tanto altro. Quasi quattro ore di diretta al giorno e tutto disponibile on-demand in podcast, su tutte le principali piattaforme. Saranno tantissimi i momenti di riflessione e scambio di idee, che vedranno la partecipazione di esperti, dirigenti politici, amministratori, iscritti, militanti e cittadini.

E il primo giorno, mercoledì 20 gennaio, alle 8,45, un ospite d’eccezione: il segretario del Pd Nicola Zingaretti è ospite della trasmissione Ora di Punta – Filo direttoinsieme alla giornalista Marcelle Padovani.

Vi ricordiamo che tutti possono partecipare alle trasmissioni di Radio Immagina. Tutti possono inviare domande, riflessioni e intervenire in diretta. Come? Mandando un messaggio scritto o audio al numero whatsapp 342.1426902

Direttore responsabile della Radio è Andrea Bianchi, ex ‘Manifesto’, attualmente direttore dell’Ufficio studi e ricerche del gruppo Pd al Senato.

Più letti

spot_img

Articoli correlati

11 COMMENTI

  1. Complimenti, vorrei sapere come posso consultare il palinsesto?
    Sono di Argentina e mi piace moltìssimo ascoltare Ernesto Bassignano

  2. Condivido pienamente quanto esposto. La P.A. è fondamentale nello sviluppo della democrazia e del progresso sociale. Insisterei molto sull’argomento.

  3. Senza una presenza territoriale che consenta partecipazione e discussione, benvenuta sia una Radio che dialoghi e aiuti a far capire, da un punto di vista liberal-socialista, l’enorme complessità dei problemi (Italia inclusa) che ci circondano. Questo è il mio augurio a questa bella iniziativa

  4. Ci voleva!
    Dopo la trasformazione di Repubblica, ormai illeggibile, mi sentivo senza riferimenti. Ma è ancora poco, urgono nuove iniziative, una maggiore presenza, per non farci sentire orfani.
    In certi momenti mi sembra che al Pd abbiano dimenticato che la gente, gli elettori, i tesserati, sono la linfa del partito; e la linfa va curata e sostenuta.
    Per la prima volta, nella mia vita di militante, ho difficoltà ad elencare i nostri rappresentanti al governo: comincio con Franceschini, continuo con Gualtieri, e poi … mi fermo.
    Una brutta sensazione!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

spot_img