mercoledì 3 Giugno 2020

Non lasciamo indietro le scuole paritarie, rafforziamo aiuti e risorse
N

Condivido il senso di preoccupazione, e con esso tutto il disagio e la difficoltà espressi dal mondo delle scuole paritarie, attraverso questi due giorni di sciopero dalla modalità delle lezioni telematiche.

All’indomani della diffusione della bozza del decreto Rilancio la scorsa settimana, si può affermare che le misure previste per questa importante fetta dell’istruzione paritaria, che è correttamente inserita dentro al sistema nazionale di istruzione, sono insufficienti. Questi istituti rappresentano un valore educativo e sociale all’interno del nostro sistema di istruzione a carattere misto, come previsto dalla legge sulla parità scolastica (L. 62/2000 realizzata dal prof. Luigi Berlinguer, allora ministro della Pubblica Istruzione), consentendo al bilancio dello Stato un risparmio annuale di circa 7mila euro per alunno.

Bene quindi le iniziative fin qui intraprese, come l’anticipo del fondo nazionale di 539 milioni e alcuni provvedimenti contenuti nel Cura Italia (il credito d’imposta al 50% sulla sanificazione, i fondi per la pulizia straordinaria o la didattica a distanza, la CIG in deroga), e a seguire i 65 milioni per il servizio 0/6 ai quali vanno aggiunti i 5 milioni alle regioni per il riparto, contenuti nel DL Rilancio. E’ inoltre notizia delle ultime ore che alle scuole primarie e secondarie paritarie, facenti parte del sistema nazionale di istruzione, sarà erogato un contributo straordinario complessivo di 40 milioni di euro nell’anno 2020. Un importante passo avanti che, tuttavia, alle attuali condizioni, non risulta sufficiente ad appianare la fatica di tante famiglie nel pagare le rette e a fronteggiare l’indebitamento di molte scuole che si trovano in vera difficoltà nel provvedere agli stipendi degli insegnanti e del personale.

Visto il grande investimento di oltre 1,5 miliardi per la scuola in questa fase di emergenza, il nostro impegno deve tendere a implementare le risorse dei 40 milioni presenti nel “DL Rilancio” per rafforzare gli aiuti alle scuole paritarie, per il quale avanzerò, insieme a altri colleghi del PD, una proposta di emendamento specifico.

Infatti, senza un aumento di questi fondi, si paventa la chiusura di almeno il 30 per cento degli istituti paritari, con la conseguenza inevitabile di vedere riversarsi nella scuola statale circa 300mila alunni. Inoltre, a discapito del pluralismo culturale nella libertà di scelta educativa, un intero vissuto di relazioni, ricchezza educativa, valori solidi, rischia di essere sottovalutato e disperso.

Più letti

Una sola umanità, un solo pianeta. Conversazione con Salvatore Veca

L’anno scorso Salvatore Veca ha pubblicato “Qualcosa di sinistra. Idee per una politica progressista”. Un testo (edito da Feltrinelli) in cui l’autore...

Il razzismo divora l’America. E la politica ne è responsabile

“Nascere nero in America è un crimine”, ripete più volte un manifestante ai microfoni di un operatore della CNN, nei giorni lunghi...

Il 5G serve all’Italia, basta con i no alle sperimentazioni

5G: Basta dire no alle sperimentazioni. Questa infrastruttura sarà necessaria per rendere il nostro paese omogeneo e riguarderà il futuro, delle imprese,...

Perchè un Amazon del Made in Italy è un’illusione

Nel corso del mese di maggio, la Francia ha dichiarato di voler realizzare una piattaforma per favorire la prenotazione online per le...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Spazio, prove tecniche di futuro

Con il primo volo in orbita per mezzo di un’azienda privata, programmato per mercoledì 27 maggio e rimandato di qualche giorno solo a causa del...

I baci e l’arresto di Alireza, simboli di un Iran sempre più diviso e in crisi

Alireza Japalaghy, segnatevi questo nome. Per chi non lo conoscesse, stiamo parlando di quello che a Teheran chiamano il "Principe del Parkour"....

E la chiamano estate. ‘Normalizzare’ le vacanze per sconfiggere la paura

Nell'immaginario collettivo, cosa c'è di più libero, colorato e divertente di un'estate spensierata? Dopo mesi di duro lavoro in città, la voglia...

Dieci frasi-simbolo (poco conosciute) di Giovanni Falcone per capire la mafia

È possibile, a distanza di 28 anni dalla strage di Capaci, continuare a ricordare Giovanni Falcone con le solite due frasi che...

Ora che ognuno è padrone del suo palinsesto, sarà la creatività a salvare il cinema

Il cinema ha il compito, attraverso le storie degli uomini, di creare la vita. Il cinema, per esistere, deve creare. Cos'ha fatto...