domenica 27 Settembre 2020

Dichiarare ora il vaccino per il Covid-19 bene comune universale. L’appello
D

Presidenti, premi Nobel, personalità dello spettacolo, figure di primo piano del mondo imprenditoriale, politici, sindaci, accademici. Uniti in un appello – firmato dal premio Nobel per la Salute del 2006, Muhammad Yunus – affinché i vaccini per fermare il Covid-19 siano “un bene comune universale esenti da qualsiasi diritto di brevetto di proprietà”.


Noi sottoscritti rivolgiamo questo appello congiunto a tutti i leader globali, alle organizzazioni internazionali e ai governi affinché adottino misure e rendano dichiarazioni ufficiali che dichiarano i vaccini COVID-19 come un bene comune universale, esenti da qualsiasi diritto di brevetto di proprietà.

1. DIRITTO ALL’ACCESSO GRATUITO AL VACCINO PER TUTTI

Il nostro diritto alla salute può essere garantito solo dal nostro dovere nel garantire la salute, sia a livello individuale che collettivo. Come priorità, è necessario che le nostre responsabilità dalla loro concettualizzazione si traducano in azioni effettive. Mentre la pandemia del COVID-19 continua a devastare la Madre Terra, c’è un’esplosione di attività di ricerca e studi clinici per trovare cure e vaccini. In effetti, tutti convergono sull’idea che alla fine l’unico modo per sradicare definitivamente la pandemia è di avere un vaccino che può essere somministrato a tutti gli abitanti del pianeta, urbani o rurali, uomini o donne, che vivono in paesi ricchi o poveri.

Per sottoscrivere l’appello, visita il sito www.vaccinecommongood.org

La pandemia espone chiaramente i punti di forza e di debolezza dei sistemi sanitari nei diversi paesi, nonché gli ostacoli e le disuguaglianze nell’accesso all’assistenza sanitaria. L’efficacia della prossima campagna di vaccinazione dipenderà dalla sua universalità.

Governi, fondazioni, organizzazioni finanziarie internazionali come la Banca Mondiale e le banche di sviluppo regionali dovrebbero elaborare dettagli su come rendere i vaccini disponibili gratuitamente.

Facciamo appello a governi, fondazioni, organizzazioni di beneficenza, filantropi e imprese di Socialbusiness (ovvero, le imprese create per risolvere i problemi delle persone senza trarre alcun profitto personale), di farsi avanti per produrre e / o distribuire i vaccini in tutto il mondo.

Invitiamo tutte le entità sociali, politiche e sanitarie a riaffermare la nostra responsabilità collettiva per la protezione di tutte le persone vulnerabili legate alla povertà, discriminazione, genere, malattia, perdita di autonomia o funzionalità o età.

 2. TRASPARENZA PER DETERMINARE IL COMPENSO DEGLI INVESTIMENTI PER LA RICERCA

La ricerca per un vaccino è un processo lungo. Il tempo stimato per lo sviluppo di un vaccino COVID-19 è di circa 18 mesi minimo, il che sarebbe un record di velocità assoluta.

Questa ricerca necessita di immensi investimenti economici. Molti laboratori del settore privato impegnati nella ricerca sui vaccini si aspettano un compenso per i loro investimenti. Dobbiamo elaborare una procedura inequivocabile per determinare quale sarebbe un livello equo di questo compenso per rendere il vaccino di dominio pubblico. Per questo motivo, le informazioni fornite dal settore privato, dagli scienziati e dalle autorità devono essere tempestive, accurate, chiare, complete e trasparenti. I risultati della ricerca dovrebbero essere di dominio pubblico, rendendoli disponibili a qualsiasi struttura produttiva che si impegna a operare sotto stretto controllo normativo internazionale e solo a tali strutture.

3. PIANO D’AZIONE

Esortiamo l’Organizzazione Mondiale della Sanità a progettare un piano d’azione mondiale per il vaccino COVID-19. Facciamo appello affinché venga istituito un Comitato Internazionale responsabile del monitoraggio della ricerca sui vaccini e per garantire la parità di accesso al vaccino a tutti i paesi e tutte le persone in un lasso di tempo determinato annunciato pubblicamente. Facciamo appello a tutti i leader mondiali, al Segretario Generale delle Nazioni Unite, al Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ai leader religiosi, ai leader sociali, ai leader morali, ai leader dei laboratori di ricerca, alle aziende farmaceutiche e ai leader dei media a unirsi per assicurarsi che in caso nel caso di scoperta del vaccino COVID-19 si abbia un consenso globale per un accesso universale gratuito, molto prima della sua produzione e distribuzione.


Per sottoscrivere l’appello, visita il sito www.vaccinecommongood.org. Qui puoi consultare anche l’elenco dei leader che hanno già firmato, tra cui il segretario del Pd Nicola Zingaretti che in un post su Facebook spiega: “Ho firmato questo appello insieme a 100 tra premi Nobel, esponenti del mondo della ricerca e leader politici: vogliamo un’alleanza globale perché il vaccino contro il Covid sia un bene universale. Chiediamo al Governo di impegnare su questo la prossima riunione del G20, mettiamo insieme ricerca, innovazione, medicina per raggiungere quest’obiettivo”.


Più letti

Tutti pazzi per Iacopo

Quando ci siamo sentiti la prima volta, nel mese di agosto, Iacopo Melio era un personaggio che conoscevano ancora in pochi. Chi...

Vince il Pd che ha scelto da che parte stare

“Ha vinto una squadra, una comunità, la passione. Non si vince da soli, sempre insieme”. Questa parole del nostro Segretario Nicola Zingaretti...

La responsabilità del Pd oggi è guidare il cambiamento dell’Italia

I positivi risultati elettorali - sia del referendum sia delle regionali - mettono il PD di fronte ad una nuova responsabilità. Una...

Impoliticamente? Moravia, trent’anni dopo

«Per conto mio, l´impegno ossia il cosiddetto engagement non è questione di necessità esterna, per cui, in determinate circostanze, lo scrittore deve cessare di...

Articoli correlati

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Impoliticamente? Moravia, trent’anni dopo

«Per conto mio, l´impegno ossia il cosiddetto engagement non è questione di necessità esterna, per cui, in determinate circostanze, lo scrittore deve cessare di...

“Il futuro dell’arte, della cultura, della società e della mia Toscana”. A colloquio con David Riondino

Le donne e gli uomini di cultura sono coloro che, forse più di altri, sono in grado di percepire lo stato di...

“Il deserto sociale dei nostri ragazzi si combatte con la cultura”. Parla il Pojana, Andrea Pennacchi

"Stasera porto Pojana alla Festa dell'unità". Così scriveva su Twitter, mentre viaggiava da Trento a Modena in questa sua "estate molto movimentata"...

“Canto i grandi per contrastare il populismo dilagante”. Intervista a Neri Marcorè

Cantante, imitatore, attore: abbiamo imparato a conoscere Neri Marcorè ed apprezzare la sua capacità di trasformista negli anni. E ora, dopo il...

Quella foto è già storia. L’Nba cambia il rapporto tra politica e sport

"Non devi mai avere paura di quello che fai se sai di essere nel giusto". Forse hanno pensato a questa potentissima frase...