lunedì 25 Gennaio 2021

Covid, l’emergenza non è finita
C

Mentre risalgono i contagi in Italia: 234 in un giorno, di cui 77 in Lombardia, verranno prolungate al 31 luglio le restrizioni contenute nell’ultimo DPCM.  L’ipotesi su cui si starebbe riflettendo è prorogare lo stato di emergenza per la lotta al coronavirus al 31 ottobre anziché al 31 dicembre.

A riferire in Parlamento quasi in contemporanea le decisioni adottate dall’Esecutivo sarà il ministro Roberto Speranza: il titolare della Salute si presenterà domani sera in Aula a Montecitorio (la volta precedente era stato in Senato) e illustrerà il provvedimento. In sintesi il governo è intenzionato a ampliare le misure eccezionali per la lotta al Coronavirus fino alla fine del mese e a prorogare le misure restrittive in vigore da metà giugno (e in scadenza il 14 luglio).

Le mascherine continueranno ad essere obbligatorie nei luoghi chiusi in assenza di distanziamento sociale, ma non ci saranno obblighi per i guanti. Giro di vite, con tanto di multe, contro gli assembramenti, grazie all’intensificazione dei controlli nei luoghi della movida e sulle spiagge. Nel mirino, in particolare, sagre, feste e discoteche. Per queste ultime è probabile che l’apertura, inizialmente prevista per domani, slitti al 31 luglio e sia consentita solo a quelle all’aperto.

Aldilà dei tecnicismi – con la mancata estensione della proroga –  il governo perderebbe la capacità d’azione e l’immediatezza delle risposte di fronte a un secondo rinvigorimento del Covid-19, come firmare nuovi Dpcm o decretare nuove ‘zone rosse’  e quindi nelle attuali condizioni la ‘mossa’ di palazzo Chigi è praticamente un atto dovuto.

Del resto anche il ministro Speranza continua a tenere alta l’attenzione: “220 mila contagi covid in un solo giorno a livello mondiale. Mai prima un numero così alto in sole 24 ore. Questo ci dice che non è vinta e che serve ancora attenzione da parte di tutti. Dobbiamo continuare a seguire la linea della prudenza e della gradualità”.

Nel nuovo documento saranno confermati i protocolli che hanno accompagnato i cittadini italiani durante la pandemia. Oltre all’utilizzo della mascherine nei luoghi chiusi e le regole di distanziamento sociale, per cinema e teatri confermate le restrizioni con posti a sedere preassegnati e distanziati e con un massimo di mille persone all’aperto e 200 in posti chiusi.

Esteso il divieto di ingresso e di transito in Italia alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o sono transitati nei seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana.

Insomma l’emergenza Coronavirus in Italia non è finita.

Più letti

Radio Immagina – L’intervista di Giuliano Giubilei a Walter Veltroni

Ogni settimana Giuliano Giubilei intervista per Radio Immagina una personalità del mondo della politica e della società civile. Un momento di confronto per approfondire,...

Radio Immagina – Topi di campagna, topi di città. Storie di animali, natura ed ecologia quotidiana

Questa è una trasmissione per tutte le ascoltatrici e gli ascoltatori che coltivano una piantina sul davanzale, che si accorgono se sono tornate le...

Radio Immagina – La settimana scientifica. Rotocalco di ricerca, innovazione e tecnologie

La settima scientifica è una rubrica per coloro che hanno curiosità scientifiche e sono interessati a capire quanto, scoperte, conquiste scientifiche, innovazione e trasferimento...

Covid19, il vaccino a tutti i Paesi del mondo per equità e buon senso

La distribuzione del vaccino contro il COVID19 a tutti i paesi nel mondo, non è soltanto una questione di equità, ma di buon senso! In...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...

Il fallimento del ‘modello svedese’, tormentone dei negazionisti

Per mesi i negazionisti ci hanno detto che il 'modello svedese' era la soluzione. E in effetti noi tutti lo guardavamo con un misto...