martedì 29 Settembre 2020

Parte la sperimentazione allo Spallanzani. Zingaretti: “Il vaccino italiano sarà un bene comune”
P

È stata somministrata questa mattina all’ospedale Spallanzani di Roma, la prima dose del vaccino tutto italiano contro il Covid-19. Una ricerca portata avanti con il sostegno della Regione Lazio e del ministero della Ricerca, che questa mattina è entrata nella fase più importante, con l’inoculazione del farmaco sul primo dei 90 volontari, scelti tra le migliaia che si sono offerti per la sperimentazione.

La prima ad avere ricevuto l’iniezione è stata una donna di 50 anni, che ha preferito non rivelare la sua identità, che ha spiegato: “Credo nella scienza italiana e spero che questo mio gesto serva”.

Il vaccino made in Italy, denominato Grad-Cov2, è stato realizzato, prodotto e brevettato dalla società biotecnologica italiana ReiThera e da oggi entra ufficialmente nella fase del controllo della sicurezza, che andrà avanti nei prossimi mesi con dei controlli periodici sui volontari, che serviranno ai ricercatori per verificare la sicurezza e la tollerabilità del vaccino, nonché eventuali effetti collaterali. Se tutto andrà per il meglio, le prime immunizzazioni dovrebbero aversi per la prossima primavera.

Se i primi risultati della fase 1 saranno positivi, entro la fine dell’anno potranno prendere il via le fasi 2 e 3, che saranno condotte su un numero maggiore di volontari anche in Paesi dove la circolazione del virus è più attiva.

Allo Spallanzani erano presenti il presidente della  Regione Lazio Nicola Zingaretti, che ha parlato di un traguardo che è un “salto contro il virus”.

“Crediamo molto nel Vaccino bene comune”, ha aggiunto Zingaretti, che tenuto a ribadire che quello messo a punto in Italia “sarà un Vaccino pubblico, e a conclusione della fase di sperimentazione sarà a disposizione di tutti quelli che ne avranno necessità”.

Qualora si arrivasse al vaccino la proprietà del brevetto, ha detto Zingaretti, “sarà dello Stato italiano”.

Più letti

“Sprecare sempre meno cibo: il futuro passa da qui”. Colloquio con Andrea Segrè

Oggi si celebra la prima giornata internazionale della Consapevolezza sulle perdite e gli sprechi alimentari, istituita a fine 2019 dalle Nazioni Unite.

“Ideali e concretezza, combatteremo per una nuova politica”. La risposta di Zingaretti alle sardine

Caro Mattia,in primo luogo grazie per il tuo ennesimo contributo. Il sentimento di insoddisfazione verso la politica italiana attraversa anche tutti noi....

Perché la questione di genere deve essere centrale nel Recovery Plan

Ripresa e resilienza sono le due parole scelte per segnare la risposta europea alla crisi generata dalla pandemia ancora in corso, e...

Arriva il bonus per i pagamenti elettronici. Ecco come funziona

Da quanto tempo sentite dire che l'Italia è il Paese in Europa con il più alto tasso di evasione fiscale? Eppure nulla...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Impoliticamente? Moravia, trent’anni dopo

«Per conto mio, l´impegno ossia il cosiddetto engagement non è questione di necessità esterna, per cui, in determinate circostanze, lo scrittore deve cessare di...

“Il futuro dell’arte, della cultura, della società e della mia Toscana”. A colloquio con David Riondino

Le donne e gli uomini di cultura sono coloro che, forse più di altri, sono in grado di percepire lo stato di...

“Il deserto sociale dei nostri ragazzi si combatte con la cultura”. Parla il Pojana, Andrea Pennacchi

"Stasera porto Pojana alla Festa dell'unità". Così scriveva su Twitter, mentre viaggiava da Trento a Modena in questa sua "estate molto movimentata"...

“Canto i grandi per contrastare il populismo dilagante”. Intervista a Neri Marcorè

Cantante, imitatore, attore: abbiamo imparato a conoscere Neri Marcorè ed apprezzare la sua capacità di trasformista negli anni. E ora, dopo il...

Quella foto è già storia. L’Nba cambia il rapporto tra politica e sport

"Non devi mai avere paura di quello che fai se sai di essere nel giusto". Forse hanno pensato a questa potentissima frase...