sabato 31 Luglio 2021

Ultimi giorni per richiedere il bonus baby sitter (valido anche per i nonni)
U

Il 31 agosto, e cioè il prossimo lunedì, è il termine ultimo per poter fare richiesta all’Inps del bonus baby sitter, che ricordiamo dal 17 giugno è possibile utilizzare anche a favore di nonni e familiari.

Restano dunque pochi giorni a disposizione per chi volesse fare richiesta dell’agevolazione, e per chi non lo avesse ancora fatto è giunto il momento di affrettarsi.

Ricordiamo brevemente in questa guida, quali sono i requisiti e quali le modalità per accedere al contributo. Il sostegno, inserito nel dl Cura Italia, era inizialmente di 600 euro, per poi salire a 1.200 euro fino ad arrivare a 2.00 euro per particolari categorie di lavoratori (forze dell’ordine, operatori sanitari e soccorso pubblico).

Chi può richiedere il bonus

Il bonus può essere richiesto da famiglie con figli al di sotto dei 12 anni al 5 marzo 2020, a meno di gravi disabilità (in quel caso non c’è limite d’età). Non possono accedere all’agevolazione le famiglie in cui uno dei genitori sia disoccupato o comunque non lavoratore (perché il bonus, lo ricordiamo, ha lo scopo di aiutare i genitori impegnati con il lavoro) né beneficiario di altre forme di sostegno al reddito come Naspi e indennità di mobilità. Nessun limite, invece, in caso di impegno lavorativo svolto in modalità smart working.

Come rchiedere il bonus

Il bonus può essere richiesto da un solo genitore e potrà essere utilizzato tramite il Libretto Famiglia.

Ecco la procedura:  è necessario entrare nell’area dedicata del sito dell’Inps, inserire il proprio codice fiscale ed essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

• Pin ordinario o dispositivo rilasciato dall’Inps;
• Spid di livello 2 o superiore;
• Carta di identità elettronica 3.0 (Cie);
• Carta nazionale dei servizi (Cns).

Per inviare la domanda saranno poi richiesti i dati anagrafici dei genitori e del bambino o della bambina, il tipo di lavoro svolto dal genitore che inoltra la domanda e l’importo richiesto, in multipli di 10 euro.

Se i genitori sono affidatari e se il minore è disabile, vanno inseriti anche i documenti necessari per la conferma. L’esito della domanda è comunicato via sms, per email o tramite pec.

Come usare il bonus

Ecco la procedura da seguire per poter usare il bonus: una volta ricevuto, è necessario che il genitore che ha fatto domanda si registri sul sito dell’Inps come utilizzatore del Libretto Famiglia e dunque come prestatore del servizio. Il genitore potrà dunque prendere possesso del bonus e inserire le attività svolte per le quali è richiesto il sostegno, insieme nome, cognome e codice fiscale dei baby sitter (anche zii, nonni o altri parenti non conviventi) che dovranno a loro volta accreditarsi.

Ricordiamo che una volta erogato, è necessario prendere possesso del bonus entro 15 giorni dalla comunicazione, pena la perdita della cifra.

Al termine di tutti i passaggi, l’Inps provvederà ad erogare direttamente sull’Iban indicato dal prestatore.

Più letti

spot_img

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

spot_img