mercoledì 14 Aprile 2021

Non facciamo la guerra sul corpo delle donne
N

Ne parlano tutti. E già per questo ha colto nel segno. Bella, formosa, femminile e sexy la foto di Vanessa Incontrada si può vedere ovunque sui social e sui giornali. E’ una foto che ritrae la normalità delle donne e che è stata scattata con l’intento di superare i canoni di bellezza dettate dai modelli femminili. E’ un po’ la rivincita delle normali dopo anni di soprusi estetici (più o meno volontari).

C’è chi ha detto che ha fatto benissimo a farsi fotografare nuda. C’è chi ha detto che ha sbagliato. C’è chi ha detto che non può essere lei la portavoce delle brutte, perché non è brutta neanche un po’. E c’è chi ha detto che alla fine non è neanche tanto grassa. Insomma non è abbastanza sbagliata per portare avanti una battaglia per tutte noi.

Parole, parole e parole che lasciano nell’aria qualcosa di stonato. Perché dietro il messaggio nobile e giusto (ognuno è libera di essere e amarsi per ciò che è) rimane un retrogusto amaro e confuso. Forse lasciato proprio dai tanti commenti che hanno preso quella immagine e l’hanno usata come un’arma per farsi battaglia a suon di sentenze.

Perché il punto è proprio quello: usare un’immagina nuda contribuisce alla discussione sulla spettacolarizzazione del corpo della donna in maniera positiva? O diventi anche tu parte di quel sistema che stai criticando? E mettendo quella foto ci stiamo ponendo come un nuovo modello da seguire, sottintendendo che tutti gli altri sono sbagliati? Insomma sembra che non siamo così maturi da prendere un’immagine ed ammirarla solo per quello che è. Forse è proprio da questo che dobbiamo ripartire.

Più letti

Calo delle nascite, ipoteca sul futuro. Con Elena Carnevali, Massimo Livi Bacci e Giorgia Serughetti

Il dodicesimo anno consecutivo di calo delle nascite, con accanto un dato che si è manifestato, in tutta la sua crudezza, per la prima...

Gagarin, sessant’anni dopo. Con Francesco Rea e Roberto Vittori

Sessant'anni fa per la prima volta l'uomo andava nello spazio. Era l'astronauta russo Yuri Gagarin.Ne parliamo a Contemporanea con l'astronauta Roberto Vittori e con il...

La ricostruzione dell’Aquila, un percorso da valorizzare assieme agli altri

Il 6 aprile scorso è stato celebrato il dodicesimo anniversario dal terremoto che ha devastato L’Aquila e molti borghi abruzzesi, causando oltre 300 vittime....

Si scrive vaccino, si legge geopolitica

Siamo ad un anno preciso dal primo lockdown in Italia per via dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Le nostre vite sono state stravolte in...

Articoli correlati

1 COMMENTO

  1. Dopo alcune proteste, anche mie, ho veduto che al tour de France non c’erano le due vallette che baciano il vincitore. Quest’anno c’erano un ragazzo ed una ragazza che non baciavano e non mostravano corpi fasciati per evidenziare forme sensuali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Il weekend di Radio Immagina. Politica, Europa, ambiente e innovazione: tutti i podcast

Una programmazione speciale, in onda su tutti i nostri canali radiofonici il sabato dalle 17 e la domenica dalle 8,30. Questa settimana in replica...

Cultura, turismo e tradizione: é la via del vino – Intervista a Dario Stefàno

Un vademecum su tutto quello che c’è da sapere sulla storia del vino, le potenzialità dell'enoturismo e il significato identitario che appartiene alla "bevanda...

Il weekend di Radio Immagina. Politica, Europa, ambiente e innovazione: tutti i podcast

Una programmazione speciale, in onda su tutti i nostri canali radiofonici il sabato dalle 17 e la domenica dalle 8,30. Questa settimana in replica...

Il weekend di Radio Immagina. Politica, Europa, ambiente e innovazione: tutti i podcast

Una programmazione speciale, in onda su tutti i nostri canali radiofonici il sabato dalle 17 e la domenica dalle 8,30. Si comincia con L’Intervista, di...

‘Arte, memoria, melodie silenziose: piantare il futuro’. Intervista a Paolo Fresu

È uno dei nostri musicisti più talentuosi ed autorevoli, ma è anche un artista, e un uomo, di grande sensibilità civile. La scorsa settimana...