venerdì 22 Gennaio 2021

Mille euro per mascherine e gel ai senza tetto. La campagna di solidarietà dei GD di Fuorigrotta
M

La nostra Costituzione ci insegna che è dovere inderogabile di tutti gli individui quello di essere solidali fra loro, perché soltanto così si possono estinguere le disuguaglianze sostanziali.

È compito di tutti i cittadini politicamente impegnati quello di cooperare, attraverso reti di solidarietà, affinché si possano alleviare le sofferenze degli ultimi.

L’articolo 5 ci insegna che siamo tutti legati, non solo perché la Repubblica è unica e indivisibile, ma anche perché attraverso il principio di sussidiarietà orizzontale questa indissolubilità diventa sostanza.

A Fuorigrotta, come Giovani Democratici, abbiamo voluto impegnarci attivamente durante tutta l’emergenza pandemica per aiutare i nostri concittadini senza fissa dimora, perché i partiti non sono strumenti utili alla propaganda elettorale e alle tessere, ma sono soprattutto istituti di diritto pubblico che hanno funzioni di collegamento dei cittadini con le istituzioni.

Abbiamo ritenuto giusto collaborare con la Comunità di Sant’Egidio del nostro quartiere, costituendo una rete permanente che vede coinvolti cittadini, associazioni e sindacati uniti da un filo di solidarietà; siamo riusciti a raccogliere mille euro da marzo ad oggi, donando alla suddetta comunità 382 mascherine, di cui 240 FFP2, 130 gel igienizzanti, coperte, visiere protettive, guanti e filtri per mascherine.   

Questo perché le persone in difficoltà hanno bisogno di una mano, pertanto dobbiamo renderci conto che aiutare gli altri è importante perché si da alle persone un motivo per cui credere nel prossimo, in cui basta anche solo un gesto gentile per far ritrovare il sorriso.

Ce l’insegnava anche il buon Cicerone: “Non nobis, sed omnibus” ovvero “non solo per noi stessi, ma per tutti”. Nonostante siano passati millenni, questa massima rimane emblematica, estremamente attuale e facilmente contestualizzabile nella società moderna. Aiutare il prossimo è non solo un dovere, ma (per parafrasare La Fontaine) è “legge di natura”.

Dobbiamo ricordarci quello che il Presidente Mattarella ci ha detto, e cioè che “bisogna tutti attivarsi concretamente per il bene comune, per la solidarietà che porta progresso al Paese. Una società di liberi e uguali ma senza solidarietà sarebbe una società sterile e alla fine verrebbero meno anche uguaglianza e libertà”.

La politica ha bisogno di tornare a toccare la sofferenza reale delle persone… In momenti come questo non si può filosofeggiare con la povertà, perché solo così troveremo le soluzioni necessarie per superare anche questo momento complicato, dove sono tante le sofferenze .

L’altruismo non è una caratteristica di tutti, ma deve essere un tratto fondamentale per coloro i quali hanno scelto di praticare il servizio della politica.

La comunità democratica deve tornare a vivere i bisogni del prossimo in maniera ancora più empatica, perché soltanto emozionandoci ancora possiamo riscoprirci umani, scavalcando i muri dell’indifferenza e del capitalismo.

Ricordiamoci sempre che aiutare gli altri, con un piccolo gesto, serve per distrarci dalle infinite preoccupazioni che ci tormentano giorno dopo giorno. Il calore umano, è quello che serve per curare il cuore.

Francesco Miragliuolo è segretario del Circolo dei Giovani Democratici di Fuorigrotta, Napoli 

 

Più letti

Cent’anni fa nasceva il Pci. Fondatore della Repubblica

Siamo a cent’anni dalla fondazione del Pci. Nel 1921 iniziò una lunga storia che attraversò il ‘900, con i suoi picchi e le sue...

I cento, resistenti, anni di Marisa Rodano. L’intervista a Radio Immagina (AUDIO)

“Ricca, piena di cose e molto varia”. Così ha descritto la sua vita, e come darle torto? Marisa Rodano oggi, 21 gennaio 2021, compie...

Buon compleanno Marisa, 100 anni dedicati alle donne

Buon compleanno Marisa, esistono date che hanno segnato grandi inizi nella storia del nostro Paese. Date che nutrono il nostro pensiero, il nostro sentire, che...

21 gennaio 1921-2021. Le lezioni della storia della Sinistra

“L’illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari" - Antonio Gramsci, L'Ordine Nuovo, 11 marzo 1921,...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...

Il fallimento del ‘modello svedese’, tormentone dei negazionisti

Per mesi i negazionisti ci hanno detto che il 'modello svedese' era la soluzione. E in effetti noi tutti lo guardavamo con un misto...