mercoledì 27 Gennaio 2021

La salute del nuovo anno dipende dal vaccino
L

La campagna di vaccinazione che l’Italia, come altri paesi in tutto il mondo, si appresta ad avviare è un’impresa gigantesca. Dovranno essere raggiunte 40 milioni di persone perché si possa finalmente uscire dalla drammatica situazione pandemica determinata dal Coronavirus.

Il ministero della Salute e il governo valutano di poter raggiungere questo traguardo nell’autunno 2021. Sarà un anno complicato quello che ci attende non solo perché per diversi mesi ancora dovremo rispettare le regole di distanziamento, e quelle igieniche (mascherina e lavaggio delle mani), ma anche perché tutto dovrà filare liscio: dalla consegna nei tempi previste dei vaccini alla somministrazione, dalla campagna di comunicazione e informazione al monitoraggio dei numeri relativi all’adesione volontaria dei cittadini. L’inizio della campagna di vaccinazione- 27 dicembre- è stata di carattere puramente simbolico e tuttavia ha portato con sé polemiche su presunte disparità nelle quote. Tutti i paesi europei hanno ricevuto un numero di dosi di vaccino pari, poco meno di 10mila. La Germania ha ottenuto un anticipo di 150 mila dosi sulle forniture successive che, a partire dal 28 dicembre (in Italia dovevano arrivare oggi, 30 dicembre), arriveranno in tutti gli altri paesi.

I contratti con le aziende produttrici dei vaccini sono stati e sono stipulati direttamente dalla Commissione Europea per conto di tutti i Paesi membri dell’Unione. Su questa base ogni Paese riceve la quota spettante che è calcolata in proporzione alla popolazione secondo le stime Eurostat. All’Italia è destinato il 13,46% di ogni fornitura. Questo equivale a 26,92 milioni di dosi dal contratto stipulato con Pfizer-Biontech di cui 8,749 milioni nel primo trimestre.

Il piano di acquisti dei vaccini (datato 28 dicembre) prevede che nel primo trimestre arrivino in Italia, ovviamente se i vaccini saranno autorizzati, 28 milioni di dosi, 57 milioni nel secondo, 53 milioni nel terzo, 14 milioni nel quarto (è del 30 dicembre la notizia che grazie a un ulteriore acquisto da parte della Ue arriveranno all’Italia altri 13,5 milioni di quote Pfizer-Biontech).

Una buona notizia è arrivata da FDA che ha autorizzato l’utilizzo del cosiddetto vaccino residuo che può consentire la somministrazione per ogni fiala Pfizer Biontech fino a 7 dosi grazie all’impiego di siringhe e aghi di estrema precisione, cioè luer-locker. Anche AIFA ha condiviso l’opportunità di ricavare fino a 6 dosi da ogni fiala. Questo permetterà di raggiungere un 20% in più di cittadini.

La salute del nuovo anno dipende davvero dal vaccino. A noi la responsabilità di fare comprendere alle persone che hanno ancora dubbi o resistenze che la svolta arriverà solo grazie alla forza della scienza e della ricerca.

Più letti

Il Paese ha bisogno di risposte. Servono responsabilità, visione e qualità

Il testo della relazione introduttiva del segretario del Pd Nicola Zingaretti alla Direzione nazionale del Pd del 27 gennaio 2021 Nella riunione del nostro gruppo...

Il racconto della Shoah nella voce dei “nati dopo”. Emanuele Fiano a Radio Immagina

"C'è la necessita di saper narrare quale sia il livello più basso a cui può arrivare  l'umanità quando muore la libertà, quando muore la...

Ricordare il futuro. Nel nome di chi è venuto prima, nell’amore per chi verrà dopo

“Ricordare il futuro”. Tre parole soltanto, ma sono bastate a David Grossman per trasmettere il senso profondo della memoria. Quella che facciamo coincidere con...

La Memoria per tenere viva la democrazia

Non dite mai che non potete fare, non è vero. Ognuno di noi è fortissimo e responsabile di se stesso. Dobbiamo camminare nella vita,...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Radio Immagina – “Una storia americana”, conversazione con Francesco Costa

Una conversazione sul presente e sul futuro dell'America. Biden è la persona giusta al momento giusto? Quale sarà il ruolo di Kamala Harris? Su...

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...