venerdì 22 Gennaio 2021

Italia prima in Europa per vaccinazioni anti Covid e ottava nel mondo
I

Ci sono state giornate intere in cui non si è parato di altro: Perché abbiamo così poche dosi di vaccino? Perché non ne abbiamo somministrate abbastanza? Perché non ci siamo organizzati per tempo?

Pagine intere sui giornali, tweet e richieste di verifiche di maggioranza. Poi sono arrivati i dati a smorzare ogni polemica, perché, alla fine, dei numeri ci si può fidare.

I dati

I numeri ci dicono che l’Italia è, in Europa, la prima nazione per numero di vaccinati, in rapporto alla popolazione e seconda sul valore assoluto. Ad oggi sono 322mila 943 le somministrazioni effettuate, pari allo 0,55% degli abitanti; con questi numeri ha sorpassato la Germania, diventando il primo paese europeo e l’ottavo nella classifica mondiale. È quanto emerge dall’attività di ricerca raccolta nel sito Our World in Data, le cui fonti sono i ministeri della Salute dei vari Paesi. Ai primi dieci posti, nell’ordine, ci sono: Israele, Emirati Arabi, Bahrain, Stati Uniti, Gran Bretagna, Danimarca, Russia, Italia, Germania e Canada.

Non è una gara, certamente, ma è giusto ristabilire un ordine, quando l’ordine viene sconvolto dalle bugie. Ne è convinta anche la senatrice del Pd Paola Boldrini, vice presidente della commissione Sanità a Palazzo Madama, che si stupisce: “Mi chiedo il perché delle polemiche che leggo e ascolto” dice, “c’è chi parla di di ritardi e disorganizzazione. I numeri dicono il contrario. Su argomenti che riguardano la vita dei cittadini va evitato ogni tipo di disinformazione, e ogni ragionamento di parte”.

Ovviamente non tutto è risolto, ci sono ancora delle questioni da sbrigliare e su cui è necessario pungolare il governo (e l’Europa), ma il sistema sanitario sta reggendo e anche i numeri dalla Regioni si stanno uniformando.

Rimane un’eccellenza la gestione laziale con quasi la totalità dei vaccini ricevuti e ormai somministrati (il giorno 6 gennaio alle ore 18 era intorno al 93% delle dosi assegnate ma il numero aumenta in maniera costante). L’Assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, ha spiegato il calendario delle prossime vaccinazioni, così suddiviso: prima gli operatori sanitari e gli ospiti delle RSA, a febbraio, agli ultra 80enni e da aprile la fase 2 per tutti gli over sessanta.

Verso la fase 2 

Di strada ancora ce ne è tanta da fare. Ma le buone notizie stanno cominciando ad arrivare costantemente, come ad esempio l’approvazione, da parte dell’Ema, del vaccino Moderna, il secondo alleato contro il Covid-19. È previsto già dalla prossima settimana l’arrivo in Italia delle dosi del vaccino: complessivamente, nei prossimi tre mesi, giungeranno in Italia 1 milione e 300mila dosi, con cadenza settimanale: 100mila a gennaio, 600mila a febbraio e 600mila a marzo. Il Ministro Roberto Speranza ha ricordato il timing stabilito, sottolineando anche l’importanza dei medici di base e dei pediatri: “I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, come tutto il personale sanitario, hanno la priorità nelle vaccinazioni. E, come già previsto dal piano strategico, avranno un ruolo fondamentale in fasi diverse della campagna di somministrazione del vaccino anti Covid-19”.

 

Più letti

Cent’anni fa nasceva il Pci. Fondatore della Repubblica

Siamo a cent’anni dalla fondazione del Pci. Nel 1921 iniziò una lunga storia che attraversò il ‘900, con i suoi picchi e le sue...

I cento, resistenti, anni di Marisa Rodano. L’intervista a Radio Immagina (AUDIO)

“Ricca, piena di cose e molto varia”. Così ha descritto la sua vita, e come darle torto? Marisa Rodano oggi, 21 gennaio 2021, compie...

Buon compleanno Marisa, 100 anni dedicati alle donne

Buon compleanno Marisa, esistono date che hanno segnato grandi inizi nella storia del nostro Paese. Date che nutrono il nostro pensiero, il nostro sentire, che...

21 gennaio 1921-2021. Le lezioni della storia della Sinistra

“L’illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari" - Antonio Gramsci, L'Ordine Nuovo, 11 marzo 1921,...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...

Il fallimento del ‘modello svedese’, tormentone dei negazionisti

Per mesi i negazionisti ci hanno detto che il 'modello svedese' era la soluzione. E in effetti noi tutti lo guardavamo con un misto...