lunedì 18 Gennaio 2021

Al via i Dialoghi sul cambiamento, per una nuova partenza
A

Iniziano oggi i Dialoghi sul cambiamento. Talk, riflessioni, interviste e discussioni sulla grande trasformazione che stiamo vivendo. Appuntamenti tutti trasmessi in digitale, che coinvolgeranno personalità della politica, della cultura, del sociale.

Lo stiamo sentendo da tantissime fonti, anche molto diverse tra loro: il futuro sarà molto differente da come l’avremmo immaginato anche solo qualche mese fa. L’emergenza Covid-19 ha stravolto, globalmente, numerosi paradigmi e certezze cui tutti eravamo abituati e forse assuefatti.

Siamo dentro una stagione di grandi trasformazioni sociali, culturali, economiche. Trasformazioni che certamente spaventano, perché generati dalla più grande crisi sanitaria ed economica degli ultimi decenni. Trasformazioni che, però, contemporaneamente, offrono l’opportunità di ripensare completamente il modello di sviluppo.

Ecco perché li abbiamo chiamati Dialoghi sul cambiamento: non solo per mettere a fuoco la fotografia di un’inevitabile trasformazione, ma perché in questo cambiamento inevitabile vediamo anche la necessità di immaginare un futuro diverso. Una nuova partenza, più che una ripartenza.

Il primo appuntamento, oggi alle ore 19, con Carlotta Sami, portavoce dell’unhcr.

Buona visione.

Più letti

La nuova versione del Recovery Plan, le richieste del PD e il riformismo immaginario

La prima bozza del Recovery Plan non ci piaceva. Lo abbiamo detto a Conte e ai ministri. Ritenevamo sbagliato urlarlo, additando al pubblico ludibrio...

Perchè quello di Renzi è un regalo all’antipolitica

Far dimettere due Ministre dopo aver portato a casa le richieste sui contenuti del recovery fund; dire che il Presidente Conte è una minaccia...

Zingaretti: “Crisi di governo incomprensibile, scelta di Italia Viva contro l’Italia”

Di seguito le dichiarazioni rilasciate al Tg1 dal segretario del Pd Nicola Zingaretti: "Quello di Italia Viva è un errore gravissimo contro l'Italia, perché noi...

Bologna aspetta Patrick Zaki, diventato cittadino onorario con un voto all’unanimità

Il Comune di Bologna ha conferito la cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki “riconoscendo nella sua figura quei valori di libertà di studio, di...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...

Il fallimento del ‘modello svedese’, tormentone dei negazionisti

Per mesi i negazionisti ci hanno detto che il 'modello svedese' era la soluzione. E in effetti noi tutti lo guardavamo con un misto...