mercoledì 27 Gennaio 2021

Next Generation EU e svolta digitale. Ecco le idee della consultazione pubblica
N

Realizzazione di un digital hub Stato-imprese per garantire efficienza e affidabilità, interventi per favorire la diffusione della banda ultralarga su tutto il territorio nazionale e strumenti per la transizione digitale delle amministrazioni meno dotate di risorse.

Sono queste alcune delle centoventi idee e progetti arrivati da cittadini e militanti dem, professionisti e imprenditori, studenti, docenti universitari e associazioni di settore, raccolti in soli trenta giorni in occasione della consultazione organizzata dal Partito Democratico e promossa sulla piattaforma www.immagina.eu che ha raccolto i suggerimenti per migliorare il Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Le priorità indicate nelle prime posizioni sono state la modernizzazione e digitalizzazione della Pubblica amministrazione, gli investimenti sul capitale umano, sulle compretenze digitali e sullo smarth working, la competitività e digitalizzazione 4.0 e la diffusione di connettività e banda ultralarga. Ma non sono stati dimenticati ambiti come quelli della cultura e turismo, delle tecnologie emergenti, comprese le infrastrutture digitali e l’innovazione nell’assistenza sanitaria.

La consultazione ha lo scopo di raccogliere i suggerimenti per indirizzare al meglio il Next  Generation Eu, lo strumento di ripresa temporaneo della  Ue da 750 miliardi di euro che contribuirà a riparare i danni economici e sociali causati dalla pandemia .

Gli stanziamenti destinati all’Italia per il 2021-2026 ammontano a circa 209 miliardi di euro e saranno impiegati per rispondere alla sfide del presente e del futuro.

Clicca sull’immagine per visualizzare i risultati della consultazione >>>

 

Più letti

Il Paese ha bisogno di risposte. Servono responsabilità, visione e qualità

Il testo della relazione introduttiva del segretario del Pd Nicola Zingaretti alla Direzione nazionale del Pd del 27 gennaio 2021 Nella riunione del nostro gruppo...

Il racconto della Shoah nella voce dei “nati dopo”. Emanuele Fiano a Radio Immagina

"C'è la necessita di saper narrare quale sia il livello più basso a cui può arrivare  l'umanità quando muore la libertà, quando muore la...

Ricordare il futuro. Nel nome di chi è venuto prima, nell’amore per chi verrà dopo

“Ricordare il futuro”. Tre parole soltanto, ma sono bastate a David Grossman per trasmettere il senso profondo della memoria. Quella che facciamo coincidere con...

La Memoria per tenere viva la democrazia

Non dite mai che non potete fare, non è vero. Ognuno di noi è fortissimo e responsabile di se stesso. Dobbiamo camminare nella vita,...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci il tuo nome

Magazine

Radio Immagina – “Una storia americana”, conversazione con Francesco Costa

Una conversazione sul presente e sul futuro dell'America. Biden è la persona giusta al momento giusto? Quale sarà il ruolo di Kamala Harris? Su...

Ecosistema della menzogna e crisi delle democrazie

Dovremmo essere sorpresi della sorpresa. L’assalto al Campidoglio non è il colpo di stato, è un esito di un vero colpo di stato iniziato...

Tra zolfo e inchiostro, a ciascuno il suo maestro

«Considero il potere, non già alcunché di diabolico, ma di ottuso e avversario della vera libertà dell’uomo. Sono tuttavia indotto a lottare perché, all’interno...

Una mascherina sospesa per aiutare i più poveri: l’iniziativa degli Avvocati di strada

È lo studio legale associato più grande di Italia. Con 55 sedi in diverse città del Paese e oltre 1.000 avvocati volontari, l’associazione nazionale Avvocato...

Il fenomeno No Vax figlio di un problema culturale

Il 2020 sarà ricordato come l’anno delle contraddizioni oltre che del Covid19; l’anno in cui si passava dal “chiudete tutto” all’”aprite tutto” in un...