lunedì 28 Settembre 2020

Giù il cappello per il popolo cubano

Appena atterrati in Piemonte tra scroscianti applausi.

Sono altri trentanove medici e infermieri cubani arrivati gratuitamente in soccorso dell’Italia. Sono epidemiologi, anestesisti, rianimatori e infermieri specializzati in terapia intensiva. Un team di trentanove esperti e professionisti che si aggiunge all’altro già arrivato il mese scorso. Proprio a simboleggiare che l’aiuto di Cuba voleva essere pieno, incondizionato. Perché è stata la Regione Piemonte a chiedere il supporto cubano. E Cuba, ancora una volta, non c’ha pensato due volte.

Allora un grazie infinito a questa immensa generosità che ci arriva dall’altro capo dell’oceano.

E giù il cappello per un popolo, quello cubano, che si sta dimostrando di una solidarietà infinita.

Non ce lo dimenticheremo.

Leggi su Facebook

Una settimana da Immuni. Ovvero, cosa succede quando arriva una notifica di possibile contagio

Premessa Questa è una storia che finisce bene. Lo dico prima perché viviamo un periodo storico in cui si...

Il Seveso e quelle acque inquinanti che offendono Milano

È una giusta aspirazione che le acque di tutti fiumi siano pulite e non inquinanti ma è risaputo che nel torrente Seveso...

Tutta l’ipocrisia dell’odio razzista. E Black Lives Matter è già un ricordo

Black Lives Matter in Italia è durato lo stesso tempo di cottura di un povero gatto.È bastato un gatto morto per far...

Basta odio in rete, mettiamo in pratica il manifesto della comunicazione non ostile

Mi sembra di navigare tra gli ultras delle varie tifoserie. Si sparge veleno come se piovesse. L'argomento del momento è il rientro...

Covid-19 e 5G, solo l’ultimo delirio del complottismo

Bill Gates stimola la fantasia dei più audaci e ridicoli dietrologi perfino più di un'altra panzana fra le più spinte degli ultimi...

In ricordo di Pio La Torre

Come tanti era figlio di contadini, padre siciliano e madre “emigrata” al sud dalla Lucania. E da figlio di contadini aveva scelto...